DentaleLa crescita del digitale nell'odontoiatria italiana

La crescita del digitale nell’odontoiatria italiana

I due driver principali che guidano lo sviluppo del settore odontoiatrico sono i seguenti:

  1. La necessità di erogare prestazioni odontoiatriche di base e educare alla prevenzione i target meno abbienti con un’alta incidenza di immigrati, con problematiche odontoiatriche da patologie dirette
  2. La ricerca da parte del segmento di popolazione più agiato di un benessere psico-sociale fortemente connesso con le tematiche estetiche e le riabilitazioni permanenti anche in età avanzata.

L’avvento del digitale ha un forte impatto sul settore odontoiatrico. L’integrazione tecnologica nello studio permette la creazione di un contesto moderno di cure dentali di qualità e accessibili alla popolazione. Grazie allo sviluppo tecnologico è possibile la produzione in house di modelli protesici e ortodontici a marchio privato a minor impatto economico rispetto all’acquisto diretto dalla casa produttrice. Il vantaggio economico si unisce a quello temporale, permettendo al professionista consistenti risparmi di tempo grazie anche a sistemi di controllo da remoto legati alla tele-odontoiatria.

L’integrazione digitale impatta anche sull’orientamento all’estetica dello studio, permette infatti di gestire l’utilizzo di materiali protesici più “estetici”, altrimenti non trattabili con tecniche tradizionali di lavoro, e di ridurre l’invasività degli interventi chirurgici; ma anche e soprattutto permette di pianificare e simulare i trattamenti chirurgici e con allineatori ortodontici. La possibilità per il paziente di visualizzare il risultato finale è un booster fondamentale per lo sviluppo dell’ortodonzia estetica, in quanto la visualizzazione influenza positivamente la decisione di intraprendere un trattamento.

L’ambito estetico è diventato uno dei pilastri dell’offerta odontoiatrica, un’esigenza che guida le strategie di posizionamento, la gamma di servizi offerti e la comunicazione con il paziente. Inserirsi nell’ambito estetico permette di abbracciare l’approccio multidisciplinare, creare sinergie tra branche diverse dell’odontoiatria (es. ortodonzia, parodontologia e protesi per la risoluzione di casi complessi) per ampliare il raggio di azione sulla diagnosi e cura del paziente.

Lo sviluppo digitale impatta favorevolmente anche sul paziente odontoiatrico: permette la riduzione del divario informativo in ambito salute, di creare nuovi approcci, anche comunicativi, e luoghi di “acquisto” e agisce positivamente sulla qualità della vita, riducendo il divario tra la longevità “malata” e l’aspettativa di vita in buona salute. La crescente necessità di benessere psico-sociale condiziona in modo strutturale la domanda odontoiatrica e ortodontica.

Il limite all’adozione massiva di un flusso di lavoro digitale da parte degli studi dentistici non è rappresentato dal mancato acquisto delle tecnologie, bensì dalla difficoltà di rendere queste tecnologie centrali, armonizzandole in un workflow integrato. Digitalizzare i processi essenzialmente presuppone la disponibilità alla dematerializzazione totale, che si scontra con un fattore generazionale persistente e una professione “matura” con abitudini e modalità di lavoro consolidate. Il salto cognitivo richiesto e i tempi di apprendimento   influenzano la diffusione del modello digitale in studio che avrà piena applicazione solamente con l’avvento delle generazioni più giovani, maggiormente inclini alla completa digitalizzazione dei processi, ma decisori d’acquisto autonomi in un futuro non così prossimo.

Nasce l’osservatorio digitale

Il prossimo progetto Key-Stone, disponibile dall’inizio del 2024, analizzerà lo scenario, la penetrazione e l’uso di tecnologie e brand legati al flusso di lavoro digitale, coinvolgendo gli studi dentistici e ortodontici.

Con Key-Stone nasce quindi l’ “osservatorio digitale”, con un primo whitepaper relativo al mercato italiano. Il progetto prevede di indagare in seguito lo scenario digitale dei principali paesi europei.

Vuoi maggiori informazioni sul progetto? Contattaci per richiedere maggiori informazioni.