Medicina esteticaI numeri della medicina estetica in Italia

I numeri della medicina estetica in Italia

Secondo ISAPS, nel 2021 sono stati 385.116 i trattamenti non chirurgici eseguiti in Italia, con tossina botulinica e acido ialuronico tra i maggiormente richiesti, seguiti da peeling chimici, trattamenti per l’epilazione permanente e per il ringiovanimento del viso.

Trattamenti, tecnologie e comportamento d’acquisto

La ricerca condotta da Key-Stone nel 2022 ha evidenziato tra i trattamenti medici estetici più praticati i trattamenti viso antinvecchiamento (fillers, tossina botulinica, biostimolazione, fili di sostegno, etc.) trattamenti corpo specifici (anticellulite, rimodellante, snellimento, adiposità localizzata, etc.) e trattamenti viso di depigmentazione come il peeling.
Tra le tecnologie maggiormente utilizzate dai professionisti: radiofrequenza, carbossiterapia e criolipolisi.

Tra gli ambiti terapeutici meno praticati dal campione intervistato troviamo quelli relativi alle problematiche vascolari o a quelle connesse a cicatrici e ustioni.

Si tenga peraltro conto che, soprattutto tra i medici più anziani, è diffusa la specializzazione anche in dermatologia, che sposta di fatto maggiormente l’attività in ambiti più connessi alla cura della pelle e del viso.

© Key-Stone Srl– All rights reserved. This document is protected by copyright. No part of it may be modified, reproduced or distributed in any form by any means without prior written authorization of Key-Stone Srl.

Quanti sono i medici estetici in italia?

I medici estetici in Italia sono circa 6.000. La mancanza di corsi universitari dedicati e l’assenza di un Albo dei professionisti del settore rende difficile raccogliere dei dati precisi. In Italia, infatti, qualsiasi medico abilitato all’esercizio della professione medica può effettuare trattamenti medico-estetici. Inoltre, qualsiasi medico può esercitare la professione senza iscriversi alla camera di commercio, lavorando come libero professionista o offrendo prestazioni in qualità di consulente in più centri specialistici.

Di fatto, non esiste un database degli studi/centri di medicina estetica in Italia. Secondo i dati relativi al codice Ateco della professione depositati nelle Camere di Commercio si stimano oltre 430 strutture complesse in forma societaria nelle quali si pratica la disciplina in questione.

Secondo una recente ricerca condotta da Key-Stone su un campione di 178 medici, il 61% dichiara di essere titolare di uno studio di medicina estetica, i restanti operano come consulenti esterni in uno o più centri di medicina estetica (28%) o in grandi centri polispecialistici che includono tale disciplina (23%).

L’età media dei medici che praticano questa specializzazione risulta essere piuttosto alta: 54,2 anni e il 54% sono over 55.

I nuovi trend

Negli ultimi anni, i trattamenti estetici non chirurgici sono andati incontro a una grande crescita evolutiva, con la conseguente decisione da parte dei pazienti di ritardare l’uso del bisturi. Questo trend ha costretto i chirurghi a includere i trattamenti estetici non chirurgici tra i loro servizi offerti.

Il 70% della domanda di trattamenti estetici proviene dalle donne, ma è in aumento anche l’interesse maschile.

Si tenga conto che un medico estetico, in media, secondo la ricerca di Key-Stone, visita quasi 10 pazienti al giorno, con una preponderanza di trattamenti rivolti al viso rispetto al corpo e una forte incidenza delle terapie di infiltrazione.