Alcuni fattori fondamentali della crisi economica – focus sulla Spagna

A correlazione di una ricerca di prossima pubblicazione sull’andamento del settore dentale spagnolo alla luce della crisi in atto, analizziamo alcuni fattori di rilievo nel recesso economico, soprattutto nel mercato iberico.

La Spagna vive l’attuale crisi internazionale in modo particolare e differente dagli altri Paesi e, secondo Ministro dell’Economia Pedro Solbes e alla luce dei dati della Commissione Europea sull’economia dei paesi della UE, la Spagna risulterebbe essere il Paese della zona euro più penalizzato dalla regressione economica. Un dissesto che viene ad interrompere una lunga fase di sviluppo ed ottimismo, un trauma che colpisce anche da un punto di vista psicologico.

La congiuntura economica in Spagna mostra cifre rimarchevoli per effetto soprattutto della bolla speculativa immobiliare (la crescita dei precedenti anni era incentrata sul mercato immobiliare e sui consumi) e dell’altezza del deficit con l’estero: se la Commissione Europea è preoccupata per un tasso di disoccupazione previsto nei Paesi UE del 9,2% – per la prima volta dal 1998 – la Spagna supera decisamente questo dato medio con oltre 4 milioni di disoccupati corrispondenti ad un tasso del 19% e una previsione di peggioramento nel 2010 a differenza del resto dell’Europa. Il decremento del PIL è previsto di 2 punti in Spagna nel 2009 (-1,9% la media europea) e del -0,2% nel 2010 quando invece le altre principali economie europee incominceranno a riprendersi con valori positivi. Anche sul fronte dei conti pubblici la Spagna mostra la situazione peggiore: il rapporto deficit/pil salirà entro la fine del 2009 fino al 6,2% mentre nell’area euro si attesterà al 4%.

Almeno nell’industria la crisi risulta leggermente più contenuta: la cifra d’affari complessiva dell’industria vede un -21% nel mese di giugno rispetto allo stesso mese del 2008 (dati dell’INE – Instituto Nacional de Estadística) ma, in generale, mostra un rallentamento della caduta dall’inizio dell’anno ad oggi che fa ben sperare per il futuro.

La ricerca Key-Stone ha quindi lo scopo di comprendere come sta evolvendo lo scenario del comparto dentale all’interno della crisi economica, quanto ne risenta e quali i fattori che meglio aiutano gli studi dentistici ad affrontare la crisi e talvolta ad uscirne. Pubblicheremo un estratto della ricerca verso metà luglio.

2017-12-20T17:49:10+00:00giugno, 2009|Ricerche di mercato|