Augmented Advertising, la nuova frontiera della comunicazione

Un nuovo modo di comunicare, sempre più presente in pubblicità e negli eventi: la realtà aumentata (dall’inglese augmented reality, AR) è una tecnologia che sovrappone alla realtà percepita una realtà virtuale e fornisce informazioni supplementari sull’ambiente fisico circostante.

È un avanzato sistema di grafica interattiva che permette di oltrepassare i confini tra realtà e virtuale. Grazie a particolari dispositivi di rendering e tracciamento consente di aumentare la realtà circostante con spettacolari elementi multimediali e interattivi attraverso l’utilizzo di un dispositivo mobile ( come uno smartphone) , di un pc dotato di webcam, di dispositivi di visione (come ad esempio occhiali a proiezione sulla retina), di ascolto (auricolari) e di manipolazione (guanti) L’obiettivo è quello di presentare in tempo reale una situazione o più chiara o più utile o più divertente e coinvolgente.

Nata ed utilizzata in ambito militare e medico , la realtà aumentata ha oggi molteplici campi d’applicazione. Grazie al miglioramento della tecnologia e alla diffusione degli smartphone di ultima generazione, viene utilizzata sempre più spesso sia in campagne pubblicitarie “augmented advertising”, sia in applicazioni mobile, in particolare per Android e iPhone.

Per il marketing non convenzionale la realtà aumentata è uno strumento di grosso impatto emotivo che sta cambiando il modo in cui i consumatori interagiscono con i brand.

Per stupire, divertire e coinvolgere il target e aumentare l’efficacia del messaggio si possono animare pagine e copertine di giornali, affissioni e materiali pubblicitari, eventi e presentazioni aziendali.

Per aumentare le vendite d’impulso si può creare lo shopping visivo: puntando lo smartphone verso un prodotto ne compare immediatamente il prezzo e un link per ordinarlo oppure si può offrire la possibilità di provare il prodotto in anteprima in maniera virtuale, come in un’ interessante applicazione di augmented reality online, Fashionista, che permette di provare degli abiti prima di acquistarli.

La tecnologia e le sue applicazioni sono tutte in divenire. Secondo indiscrezioni Google lancerà entro il prossimo anno un prototipo di occhiali HUD (Head Up Display – a testa alta), un dispositivo collegato alla rete che permetterà di acquisire informazioni aggiuntive e in tempo reale dal web direttamente sulle lenti.
Solo nell’ultimo anno si è davvero iniziato a sfruttare il potenziale di questa tecnologia nel marketing, soprattutto sfruttando l’aspetto sorprendente che produce negli spettatori. In un futuro la realtà aumentata usata nella comunicazione sarà considerata pratica comune come oggi lo sono i video, i suoni o il 3D…

2017-12-18T10:39:27+00:00febbraio, 2012|Comunicazione e marketing|